Seguici su

politica

Elezioni comunali: si avvicina l’11 giugno. Istruzioni al voto

Pubblicato il

Si avvicina l’11 giugno, la data in cui i piacentini saranno chiamati alle urne per rinnovare il consiglio comunale e scegliere il nuovo sindaco della città. Questa domenica,  dalle 7:00 alle 23:00, i cittadini potranno esprimersi. Ma in che modo?

Per votare alle elezioni amministrative occorre presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Dopo aver ricevuto la scheda elettorale, si entra nella cabina per apporre il voto.

Ecco le differenti modalità:

  • Tracciando un segno sulla casella rettangolare del candidato a sindaco, il voto viene attribuito solo al candidato a sindaco.
  • Tracciando un segno su una delle liste collegate al candidato a sindaco oppure sia sul candidato a sindaco che su una delle liste collegate, il voto viene attribuito sia al candidato a sindaco che alla lista di candidati consiglieri.
  • Tracciando un segno sulla casella rettangolare del candidato a sindaco e un altro segno su una lista non collegata, avviene il così detto “voto disgiunto”. Il voto, cioè, viene attribuito sia al candidato a sindaco che alla lista non collegata.

A fianco della “X” segnata a matita, si può esprimere una preferenza, ossia il nome del candidato a consigliere comunale preferito. È possibile esprimere fino a un massimo di due preferenze, scrivendo il nome e cognome negli appositi spazi tratteggiati nelle scheda elettorale, o soltanto il cognome del candidato o dei candidati a consigliere comunale, a fianco della lista prescelta, alla quale i candidati votati devono appartenere. Ma attenzione: occorre rispettare la variazione di genere e votare un candidato uomo e una donna, altrimenti verrà annullata la seconda preferenza.

Verrà predisposto, come sempre, il servizio di trasporto gratuito ai seggi per gli elettori con disabilità o difficoltà di deambulazione. Un minibus appositamente attrezzato, munito di pedana con elevatore, sarà a disposizione dei cittadini che ne faranno richiesta.

Se nessuno dei candidati raggiunge il 50% al primo turno, si ricorre al ballottaggio fra i due più votati, fissato il 25 giugno.

SCHEDA_PIACENZA_.jpg

Sul sito della Prefettura, sono stati pubblicati i fac-simile delle schede elettorali di Piacenza. L’ordine, dall’alto verso il basso, è il seguente: Massimo Trespidi (con le liste collegate “Massimo Trespidi Sindaco” e “I Giovani con Trespidi”), Patrizia Barbieri (con le liste collegate “Lega Nord”, “Forza Italia”, “Prima Piacenza”, “Pensionati con Barbieri” e “Fratelli d’Italia”), Andrea Pugni (con la lista collegata “Movimento 5 Stelle”), Stefano Torre (con la lista collegata “Torre Sindaco”), Luigi Rabuffi (con la lista collegata “Piacenza in Comune”), Sandra Ponzini (con la lista collegata “Passione Civica”) e Paolo Rizzi (con le liste collegate “Partito Democratico”, “Piacenza Più” e “La Piacenza del Futuro”). Sono 7, dunque, i candidati per la poltrona di primo cittadino di Piacenza, affiancati in totale da 14 liste. All’incirca 400, invece, i pretendenti alla poltrona di consigliere comunale, che si spartiscono 32 posti disponibili a Palazzo Mercanti.

Thomas Trenchi

 

Classe 1998, giornalista pubblicista. Redattore praticante dell'emittente televisiva Telelibertà e del sito web Liberta.it. Collaboratore del quotidiano Libertà. Ideatore di Sportello Quotidiano, blog d'approfondimento sull’attualità piacentina. Ha realizzato alcuni servizi per il settimanale d'informazione Corriere Padano. Co-fondatore di Gioia Web Radio, la prima emittente liceale a Piacenza. Creatore del documentario amatoriale "Avevamo Paura - Memorie di guerra di Bruna Bongiorni”. Co-autore di “#Torre Sindaco - Storia dell’uomo che promise un vulcano a Piacenza” (Papero Editore, 2017), responsabile della raccolta “Sportello Quotidiano 2016-2017” (YouPubly, 2018) e autore di "La Pellegrina - Storie dalla casa accoglienza Don Venturini" (Papero Editore, 2018). Per Telelibertà, ha curato lo speciale "I piacentini di Londra" per raccontare il fenomeno dell'emigrazione dei piacentini in Inghilterra nel secondo dopoguerra, con immagini, testi e interviste realizzate durante la festa della comunità piacentina nella capitale britannica dal 17 al 19 maggio 2019.