Seguici su

curiosità

Arriva l’albero di natale in centro storico. Ma è striminzito

Nel centro storico di Piacenza, di fronte al Municipio, oggi è stato installato l’albero natalizio annunciato dall’assessore Putzu. Ma le scarse dimensioni della pianta hanno scatenato l’ilarità dei social network. FauziaEBon ascolta un dialogo immaginario tra Ranuccio Farnese, il padre Alessandro Farnese e Gian Domenico Romagnosi, tre icone della storia piacentina intente a commentare il caso.

Pubblicato il

-Dì papà ma lasat lè da rïd? Si può sapere cosa c’è?

-Taci che son dietro a leggere i commenti su Faccialibro. I piasintei i g’han la lingua che taglia da secoli ma da quand a ghè i social… non ho mai riso così tanto.

-Eh lo so lo so, sapessi cosa me ne hanno dette dietro a me nei secoli! Ma incò? Cosa succede?

-Bei ma sèt ciorb? Non hai visto? Hanno messo l’albero! In effetti grand l’è mia grand, so mia se dalla tua posizione riesci a vederlo…

-Che albero! Indua!

-Davanti al Comune, al post d’la giustreina!

-Saranno contenti almeno quest’anno no? I siguitevan a murbè che la giostrina era piccola, che era finta…

-Eh… bei par cullè che ho riso. È arrivato l’albero da Bolzano. Oddio… albero…L’è un bonsai!

-Cosa? Ma se su Faccialibro l’assessore  ha messo la foto con quelli che lavorano con il cestello in alto per addobbare un albero! Hanno capito male?

L’arannia mia pudè quelli della Coop vera?

-Ahahahaha no no, se lo potano anche resta solo il vaso! L’è picin abota, il l’aran tiré via da una fioriera della piazza di Bolzano?

-Peta peta, guarda questa foto! C’è una lente d’ingrandimento. Però il pino non si vede! È più grossa la lente.

-No no, non si vede ma il l’han szamò badzé! Si chiama GiusepPino!

– Sembra l’abbia commissionato Confindustria GiusepPino. È che adesso è più grossa la scritta che l’albero… ci son quelli di Confagricoltura con la pancia in mano da quando l’hanno visto, “l’albero di basso profilo”, e voi al g’ha dit “e ma loro la sanno, sperano che venga grande da qui a Natale, cresce come il Pil!”

-Dì Romagnosi! Ma tu che sei in posizione prospettica buona cosa dici? È così piccolo davvero?

-Cosa, l’Arbre Magique? E si è, l’hanno messo piccolo perché è agopuntura urbana, speriamo che almeno le palle per addobbarlo non siano omeopatiche, ag cala apena l’effetto placebo…

-Dì pensa se ades i tiran fora anche la stella cometa par pugégla insima… eh si é, perché se ci mettono le palle e gli altri addobbi le luci non ci stanno mica!

Admin di varie pagine Facebook e influencer dei social network piacentini, si definisce «una con un caleidoscopio al posto del cervello, che vede tutto strano. Vedo fare cose fatte per dissimulare, per non fare le cose che invece si dovrebbero fare ma che sono scomode da applicare a questo mondo senza più coraggiosi. Ho iniziato a scriverne, a modo mio, per ribellione. Voglio farvi sorridere per mostrarvi e farvi riflettere su ciò che ci vogliono vendere per buono ma che invece è amarissimo».