Seguici su

eventi

Moda e accessori d’epoca, una mostra esclusiva a pochi chilometri da Piacenza

Dal 21 al 25 aprile 2018 si terrà al Castello di Belgioioso, Pavia, la XX edizione di Next Vintage, l’importante evento dedicato alla moda e agli accessori d’epoca.

Pubblicato il

A quaranta chilometri da Piacenza, nel Castello di Belgioioso a Pavia, dal 21 al 25 aprile 2018 si terrà la XX edizione di Next Vintage, l’importante evento dedicato alla moda e agli accessori d’epoca. Nel 2018 si festeggia lo straordinario anniversario ventennale, che conferma quanto la moda vintage sia diventata trend del futuro e nuova espressione di contemporaneità. Mai come negli ultimi tempi si avverte, infatti, la necessità di uno stile autentico, immediato ed efficace per esprimere la propria differenza e unicità.

Il vintage è destinato ad acquisire sempre più attenzione e valore nel tempo, sia per l’attenzione nei confronti delle tematiche ambientali e del riciclo, sia e, soprattutto per il fascino impareggiabile di cui un capo rétro è impregnato. Capi e accessori che, per fattura o per fascino, non sono mai passati di moda e difficilmente lo faranno in futuro, diventando anzi capi cult di riferimento. Anche questa primavera sarà possibile ritrovare molto delle mode del passato: i colori e le stampe di Gianni Versace, i mini abiti con piume a vista di Yves Saint Laurent, romanticismo a tutta vista con stampe, pizzi ricami a fiore e trasparenze, jeans per tutto il look.

Protagonisti di questa XX stagione saranno il trench, diventato uno dei capi cult vintage, e il classico chiodo in pelle, mito e icona degli anni 30, ancora presente sulle passerelle.

La precedenza sarà data ai colori vivacissimi e solari come l’arancione, il giallo e il rosso, perché le tinte forti animeranno la prossima estate. Ma ciò che sorprenderà piacevolmente tutti sarà la rinascita della femminilità grazie alla gonna, un capo apparentemente banale che ha attraversato mezzo secolo di mode. Il modello più in di tendenza in questa primavera sarà la longuette, passepartout di stile anche in versione casual.

Novità di questa edizione sarà un’area di modernariato e di street food, inoltre, la Sala dell’Incompiuta del Castello ospiterà alcuni esemplari di calzature risalenti alla seconda metà degli anni ’30 fino alla Seconda Guerra Mondiale, gli anni in cui fu potenziata la produzione interna, limitando le importazioni delle merci non reperibili sul territorio nazionale.

Gli artigiani iniziarono così ad utilizzare materiali inconsueti, come i cascami di cuoio, la resina, il feltro, il sughero e la rafia e nelle calzature sostituirono i tradizionali pellami di capretto e vitello e i cuoi,  con il Couital, le gomme rigenerate e il sughero, dando vita all’invenzione simbolo della moda italiana del periodo: il tacco a zeppa.

Cinzano: viaggio alla scoperta di un’icona italiana

Nella storica cornice del Castello di Belgioioso (PV), il percorso “Cinzano: viaggio alla scoperta di un’icona italiana” è dedicato alla comunicazione pubblicitaria di Cinzano. In esposizione una selezione di manifesti d’epoca, frutto dell’eccezionale produzione artistica che il brand ha promosso avvalendosi della collaborazione dei più importanti illustratori e grafici pubblicitari del Novecento tra i quali Leonetto Cappiello, Adolf Hoenstein, Nico Edel, Raymond Savignac e Jean-Pierre Otth.

Ad arricchire l’esposizione, sarà presente inoltre una selezione di oggetti storici del brand, dalle targhe ai vassoi, dai bicchieri alle antiche bottiglie risalenti al secolo scorso. Da oltre 260 anni il marchio Cinzano intreccia il suo percorso aziendale, ricco di tradizione e innovazione, con l’evoluzione del costume del nostro paese.


> Se sei su Facebook, segui Sportello Quotidiano cliccando qui
> Se ti piace leggere gli approfondimenti di Sportello Quotidiano, scopri la raccolta cartacea cliccando qui

Clicca per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.