Seguici su

↓ Gioia Web Radio - La voce degli studenti ↓

Ascolta "#OfficinaPiacenza: ballottagio. Intervengono Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi" su Spreaker.

sport

Trent’anni di storia del circolo tennistico di Borgotrebbia. Intervista a Filippo Bersani

Pubblicato il

2 minuti di lettura

Sviscerare la storia dell’Associazione Tennis Borgotrebbia significa chiamare in causa gli ultimi trent’anni di vita piacentina, non sempre semplici per questa realtà sportiva. Ho avuto modo di parlarne con Filippo Bersani, tra i fondatori del circolo.

Iniziò tutto nell’estate del 1993, quando Bersani insegnava l’arte della racchetta nel centro polisportivo comunale “E. Franzanti”: un’inaspettata tromba d’aria distrusse la copertura dei campi, rendendoli inagibili per parecchi mesi. Tutti i maestri del circolo si trovarono senza lavoro e, in attesa di sistemazione, iniziarono a cercare altri luoghi dove poter esercitare e far giocare i propri allievi. Bersani incontrò la frazione Borgotrebbia. Per i pensionati del quartiere, era stato da poco costruito un piccolo centro ricreativo con annesso un campo da tennis. Chiese di utilizzarlo, proponendo anche di far costruire una copertura adatta per evitare il ripetersi dei problemi precedenti e poter giocare tutto l’anno. Le risorse scarseggiavano, così il maestro decise di avviare una raccolta fondi ante litteram. Chiese a ognuno dei suoi allievi cinque milioni di lire per sistemare il campo; in cambio accreditò loro il pagamento delle lezioni per quasi un anno. Insieme all’attuale presidente Tiziano Marchettini, venne fondato il circolo e furono avviate la scuola tennis e le squadre agonistiche. Dopo, con gli spogliatoi e alcuni ampliamenti, arrivarono anche le prime soddisfazioni sportive: il secondo posto nella serie C maschile regionale a squadre nel 2000 e la vittoria del campionato di serie D regionale della squadra femminile nel 2004. Annata, quest’ultima, in cui però l’AT Borgotrebbia si vide costretta a tirare la cinghia, bloccando tutti gli investimenti a causa dei debiti che stavano diventando troppo consistenti. Il circolo fu definitivamente concluso solo nel 2008 con tre campi coperti, la sede sociale, il bar e una palestra.

Altri trofei giunsero a Borgotrebbia: la vittoria del campionato di serie C regionale femminile nel 2010, il titolo italiano di serie C in singolo e doppio nel 2012 e il primo riconoscimento della squadra giovanile con il secondo posto U18 in serie C regionale maschile nel 2007. Nel 2013 furono realizzati i campi in terra battuta all’aperto e l’anno successivo arrivò anche il campo da beach volley. Nel palmares più recente s’aggiungono i tre titoli italiani femminili con la squadra Lady 40 nel 2017 e Lady 45 nel 2014 e 2016, oltre all’importante trofeo “Loschi e Bordi” in cui Borgotrebbia è l’unico circolo della provincia ad aver vinto sia la competizione maschile che femminile.

Interrogato sulle prospettive future, Bersani mi ha anticipato il progetto del nuovo circolo che partirà tra un paio di mesi e che verrà terminato entro la fine dell’anno: «Ci teniamo molto», ha concluso, «nel 2019 vogliamo organizzare un grosso evento per Piacenza, che faccia conoscere il nostro movimento tennistico in Italia».

Davide Reggi


> Se sei su Facebook, segui Sportello Quotidiano cliccando qui
> Se ti piace leggere gli approfondimenti di Sportello Quotidiano, scopri la raccolta cartacea cliccando qui

Classe 1995, da amante folle di cibo e vino si laurea in Scienze Gastronomiche a Parma, dove inizia a coniugare la passione con la scrittura. Ama il silenzio ma anche chi sa parlare, tanto da avere l'ipod pieno di monologhi; venera Marco Paolini, Roberto Bolano e chiunque si esprima con un po' di intelligente leggerezza.