Seguici su

sport

Podenzano si candida a ospitare il ritiro premondiale della Nazionale di Padel

Pubblicato il

Domenica 17 giugno, presso il Centro Sportivo “G.Valla” a Podenzano, sono stati inaugurati i due campi da Padel del Circolo di Tennis Valnure. Gli ospiti del presidente Daniele Margarita sono stati l’allenatore della nazionale Gustavo Spector, il giocatore spagnolo Alfonso Viuda, il campione italiano e medaglia di bronzo agli europei Simone Cremona e il nazionale Filippo Scala. «Il Padel è uno sport per tutti, che facilita la socializzazione e permette a di giocare senza particolari percorsi formativi. È molto intuitivo», ha spiegato Margarita.

Molti i cittadini intervenuti, tra cui il sindaco di Podenzano Alessandro Piva che si è detto «soddisfatto di questa struttura» rivolgendo i propri complimenti per lo spirito d’iniziativa. Gli organizzatori hanno colto l’occasione per candidare Podenzano ad ospitare il ritiro della Nazionale di Padel prima dei mondiali in Paraguay che si terranno in ottobre. «Ne saremmo orgogliosi, presentando un’offerta sportiva pronta ad accogliere gli atleti con tutto l’entusiasmo possibile», ha aggiunto Piva. Il ct della nazionale Gustavo Spector ha risposto con convinzione alla proposta, promettendo di portare la candidatura al vaglio della Federazione.

Presenti anche il delegato provinciale della Federazione Tennis Gianni Fulgosi e il consigliere regionale Amelio Grassi, i quali a loro volta hanno rappresentato le prospettive di questo sport che si sta diffondendo in Italia a ritmi impressionanti. Prima dell’esibizione dei quattro atleti, Margarita ha voluto ringraziare il gioco di squadra messo in moto dalla comunità: «Diverse imprese hanno permesso la nascita di questa bellissima struttura, da C Sport all’Impresa Pagani di Pontenure, dalla Vertè per l’efficientamento energetico alla Italian Padel per i campi, dalla Evergreen di Balboni Claudio per la realizzazione del giardino a McDonalds, passando per Reale Mutua, Ab Sport, Dodi Utensileria, Barocco Costruzioni, Fisiocrem e Aquilea.

Dopo il match, il campione Simone Cremona ha risposto ad alcune domande: «Credo nel Padel, ho lasciato il tennis per dedicarmi a questo sport a tempo pieno. Ho raggiunto traguardi importanti e – oltre a continuare a competere – voglio insegnare a giocare». A conclusione della giornata, decine di bambini e genitori si sono riversati sui campi fino a tardi, per la gioia di chi ha creduto in questa iniziativa.

Clicca per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.