Seguici su

curiosità

Berlincioni a Cinecittà: «Ecco i miei nuovi talent show per Mediaset»

Pubblicato il

Fabrizio Berlincioni

Il paroliere e autore televisivo Fabrizio Berlincioni, di origine napoletana ma “piacentino d’adozione”, è tra le firme dei talent show “iBand” e “iCrew” in onda a partire da dicembre su La5, un canale tematico targato Mediaset. La nuova avventura professionale di Berlincioni – che pochi giorni fa è tornato dagli studi romani di Cinecittà per la registrazione delle puntate – trova comunque la sua cornice nel campo musicale: i due programmi, infatti, sono incentrati rispettivamente su gare di canto e ballo sotto la sguardo di giurie formate da volti noti.

«“iBand”, prodotto dalla Sunshine Production, si rivolge alle band, ai gruppi di voci e ai cori composti da un minimo di cinque elementi – illustra l’autore -. Sarà strutturato in quattro puntate eliminatorie, una semifinale e una finale. I concorrenti verranno valutati da Silvia Salemi, Sal Da Vinci e Marco Carta. In palio c’è un contratto discografico con l’etichetta NAR di Mario Limongelli. Il format di “iCrew” invece spazierà dall’hip hop alla danza contemporanea». A proposito dei talent show per i giovani, Berlincioni commenta: «Mi ritengo “pro talent”. Indubbiamente, sono una vetrina importante per mostrarsi e farsi notare, nonché un’occasione per confrontarsi con culture e stili musicali provenienti da altre regioni italiane. Conoscere qualcun altro è un momento di crescita. Per i giovani, però, non sempre servono a livello lavorativo: chi ha tredici o quattordici anni risulta poco appetibile al settore discografico, perciò per loro è difficile che la tv si trasformi in un’opportunità professionale».

Thomas Trenchi
(Pubblicato sul quotidiano Libertà)

Classe 1998, giornalista dell'emittente televisiva Telelibertà e del sito web Liberta.it. Collaboratore del quotidiano Libertà. In passato, ideatore di Sportello Quotidiano, blog d'approfondimento sull’attualità piacentina. Ha realizzato anche alcuni servizi per il settimanale d'informazione Corriere Padano. Co-fondatore di Gioia Web Radio, la prima emittente liceale a Piacenza. Creatore del documentario amatoriale "Avevamo Paura - Memorie di guerra di Bruna Bongiorni” e co-creatore di "Eravamo come morti - Testimonianza di Enrico Malacalza, internato nel lager di Stutthof". Co-autore di “#Torre Sindaco - Storia dell’uomo che promise un vulcano a Piacenza” (Papero Editore, 2017) e autore di "La Pellegrina - Storie dalla casa accoglienza Don Venturini" (Papero Editore, 2018). Ecco alcuni speciali tv curati per Telelibertà: "I piacentini di Londra" per raccontare il fenomeno dell'emigrazione dei piacentini in Inghilterra nel secondo dopoguerra, con immagini, testi e interviste in occasione della festa della comunità piacentina nella capitale britannica dal 17 al 19 maggio 2019; “I presepi piacentini nel Natale del Covid”; “La vita oltre il Covid” con interviste a due piacentini guariti dall’infezione da Coronavirus dopo dure ed estenuanti settimane di ricovero in ospedale; il reportage “La scuola finlandese” negli istituti di Kauttua ed Eura in Finlandia.

Clicca per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.