Seguici su

↓ Gioia Web Radio - La voce degli studenti ↓

Ascolta "#OfficinaPiacenza: ballottagio. Intervengono Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi" su Spreaker.

curiosità

Giù nella botola! La piacentina Aurora Albieri concorrente a “Caduta Libera”

Pubblicato il

2 minuti di lettura

È precipitata nella botola di Canale 5 più volte, la 20enne piacentina Aurora Albieri. Nelle scorse settimane, la giovane si è ritagliata uno spazio in mezzo agli impegnativi studi universitari a Parma nella facoltà di comunicazione per le industrie creative e al lavoro da barista, prendendo parte come concorrente a “Caduta Libera”, una trasmissione a premi in onda nella fascia preserale su Mediaset, con la conduzione di Gerry Scotti. Nel complesso, non si è aggiudicata la prima posizione in nessuna puntata, però ha potuto toccare da vicino una realtà nuova e stimolante come il mondo dello spettacolo. E già questa – perché no – è una vittoria.

«Per scherzo, insieme a mia madre, ho inviato una richiesta di partecipazione a “Caduta Libera”. L’hanno accettata e mi hanno convocato per un test preparatorio a Reggio Emilia – racconta Aurora -, in cui ho risposto a un centinaio di domande di cultura generale, spaziando dalla storia all’attualità. Non avevo la minima idea di cosa avrebbero potuto chiedermi. Incredibilmente, sono stata selezionata e ho affrontato un colloquio orale di presentazione». Alla ragazza è stata chiesta la disponibilità di registrare cinque puntate.

In sintesi, il meccanismo del gioco prevede delle gare tra undici concorrenti: un campione schierato al centro che sceglie il suo avversario tra dieci sfidanti in cerchio. Gerry Scotti pone domande di cultura generale, formulate come definizioni, in cui sono già visualizzate alcune lettere delle risposte e alle quali bisogna rispondere al massimo in trenta secondi, con un numero illimitato di tentativi. Se alla fine del tempo preposto lo sfidante non ha dato la risposta esatta, la botola ai suoi piedi si apre facendolo cadere. Se invece è il concorrente centrale a non dare la risposta e a non avere più vite, sarà quest’ultimo a cadere e lo sfidante a prendere il suo posto, diventando il nuovo campione. Il montepremi massimo è di 500mila euro.

«Essendo abituata a guardare il programma da casa – confessa la piacentina -, poter intervenire direttamente in studio è stata una sensazione molto strana ed emozionante». Tra gli errori commessi, Aurora non ha saputo indovinare il sinonimo esatto delle parole “imbroglio” o “sotterfugio”, ovvero “gabola”.

Thomas Trenchi
(Pubblicato sul quotidiano Libertà)

Classe 1998, è giornalista pubblicista. Collabora con il quotidiano Libertà e l'emittente televisiva Telelibertà. Ideatore e gestore di Sportello Quotidiano, blog d'approfondimento sull’attualità piacentina. Ha realizzato alcuni servizi per il settimanale d'informazione Corriere Padano. Co-fondatore di Gioia Web Radio, la prima emittente liceale a Piacenza. Creatore del documentario amatoriale "Avevamo Paura - Memorie di guerra di Bruna Bongiorni”. Co-autore di “#Torre Sindaco - Storia dell’uomo che promise un vulcano a Piacenza” (Papero Editore, 2017), responsabile della raccolta “Sportello Quotidiano 2016-2017” (YouPubly, 2018) e autore di "La Pellegrina - Storie dalla casa accoglienza Don Venturini" (Papero Editore, 2018). Per Telelibertà, ha curato lo speciale "I piacentini di Londra" per raccontare il fenomeno dell'emigrazione dei piacentini in Inghilterra nel secondo dopoguerra, con immagini, testi e interviste realizzate durante la festa della comunità piacentina nella capitale britannica dal 17 al 19 maggio 2019.

Clicca per commentare