Seguici su

↓ Gioia Web Radio - La voce degli studenti ↓

Ascolta "#OfficinaPiacenza: ballottagio. Intervengono Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi" su Spreaker.

curiosità

64 interventi operativi al giorno e 185 nuove assunzioni: il bilancio di Metronotte per il 2018

Pubblicato il

2 minuti di lettura

Furti sventati e malviventi messi in fuga: il 2018 è stato un anno scoppiettante per l’istituto di vigilanza privata Metronotte. Ieri mattina, come da tradizione, nel salone monumentale di Palazzo Gotico si è svolta la conferenza stampa natalizia con il bilancio dell’attività, inaugurata ufficialmente proprio dieci anni fa. Dopo i saluti dell’assessore Luca Zandonella, il quale ha definito Metronotte «un ingranaggio fondamentale del meccanismo della sicurezza», hanno preso la parola il presidente Pietro Ercini e i dirigenti Giampaolo Zilocchi, Gianluigi Tedesco, Massimiliano Bengalli, Giovanni Maini e Alessandro Centenari.

È stato presentato il rapporto di analisi con il numero di interventi effettuati, le emergenze gestite, la crescita dell’istituto e il conseguente incremento dell’organico, oltre ovviamente a prospettare gli obbiettivi per il 2019. «Rispetto al 2017 – ha fatto notare Zilocchi – abbiamo incrementato gli eventi gestiti dalla nostra centrale operativa e dalle autopattuglie. Sono stati inoltre ritrovati otto mezzi rubati e sono state messe in campo nuove convenzioni collettive con i comitati di quartiere contro i fenomeni predatori», già attuate per esempio alla Besurica, Rivalta e Borgotrebbia. «Le nostre guardie giurate – ha aggiunto Zilocchi – sono intervenute su 21 incidenti stradali e hanno effettuato 16 recapiti urgenti di medicinali in ausilio alle persone disabili o non autosufficienti». Bengalli ha evidenziato che «sono state installate 700 telecamere di videosorveglianza ai nostri abbonati e più di 200 sono gli impianti di allarme forniti ai clienti».

Nel 2018, Metronotte ha confermato il proprio sostegno economico a numerose manifestazioni sportive e culturali che si sono tenute sul territorio piacentino. Ad oggi l’azienda conta più di 300 dipendenti, in netto aumento rispetto ai 170 dell’anno scorso. «In questi mesi – ha delineato Tedesco – abbiamo colloquiato circa 500 persone. Tra le 185 nuove assunzioni effettuate, si attesta il 45 percento di giovani under 30, il 20 percento di over 50, il dieci percento di stranieri e il 20 percento di donne, una fetta rilevante in questo settore che nella visione collettiva spesso ha una vocazione per lo più maschile».

Agli inizi del 2019, Metronotte prevede ulteriori 20 reclutamenti per quanto riguarda il reparto armato. Al termine dell’incontro, il presidente Ercini ha consegnato gli encomi alle guardie giurate che per meriti particolari si sono distinte in servizio: Antonino Lupi, Matteo Grugni, Gianluca Rapalli, Andrea Gatti, Giovanni Ferlito, Pierluigi Volpe, Luca Giuseppe Ferrari, Luigi Di Cianni, Graziano Patrono, Roberto Gambazza, Fabrizio Tosini, Luigi Bosco, Pietro Rinaldi, Massimo Polli e Matteo Bertolotti, mentre Alessandro Buratti ha ricevuto il brevetto di 10 anni d’anzianità alle dipendenze dell’istituto di vigilanza.