Seguici su

↓ Gioia Web Radio - La voce degli studenti ↓

Ascolta "#OfficinaPiacenza: ballottagio. Intervengono Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi" su Spreaker.

giovani

La studentessa Elena Soresi vince premio nazionale al pianoforte

Appassionata di musica, lingue e biotecnologie, Elena Soresi è stata premiata nei giorni scorsi con un prestigioso primo premio al Concorso nazionale “Musicarte” di Ozegna.

Pubblicato il

3 minuti di lettura

Elena Soresi, classe 2000, studentessa del Liceo Gioia e del Conservatorio Nicolini è stata premiata nei giorni scorsi con un prestigioso primo premio nella sua categoria (dai 17 ai 19 anni) al Concorso nazionale “Musicarte” di Ozegna, in provincia di Torino. Con il suo pianoforte, ha eseguito la Polacca in do minore di Chopin opera 40 numero 2 e una Ballata di Barber, sbaragliando un’agguerrita concorrenza di musicisti provenienti da tutta Italia.

Viso d’angelo e tempra d’acciaio, Elena frequenta la classe di Pianoforte di Paola Del Giudice: iscritta al secondo anno di accesso al triennio, sta preparando l’esame di ammissione agli ultimi tre anni del corso di studi, equiparato a un titolo universitario. Al pianoforte si è seduta per la prima volte a nove anni, e da quella tastiera non si è più staccata.

La passione per la musica non l’ha mai abbandonata, ma anche tra i banchi di scuola le soddisfazioni non sono mancate: “Frequento il quinto anno al liceo linguistico del Gioia, un percorso che mi ha dato tanto sotto il profilo personale e culturale: sapere bene le lingue e avere una mentalità aperta e ricettiva oggi è fondamentale anche per chi si avvia alla carriera concertistica, e consente di fruire al meglio di tutte le possibilità di formazione internazionale.”

Tra il 2017 e il 2018, Elena Soresi ha partecipato a importanti Master Class a Bruxelles e a Parigi: esperienze che ha definito straordinarie, anche in virtù della possibilità di confronto con ragazzi di tutti i Paesi che condividono la sua stessa passione per le sette note e la necessità di dire qualche no alle uscite con gli amici, specialmente nel week end, quando le ragioni della musica prevalgono sulla vita sociale. “Non vuol dire che non esco mai” precisa la giovane pianista “ma se devo preparare master class, concerti, concorsi o esami, la concentrazione è tutta rivolta alla musica.”

E’ difficile gestire studio e musica? “Ci vogliono sicuramente tanta organizzazione, la capacità di reggere l’impegno e la volontà di ritagliarsi comunque del tempo libero. “Gli insegnanti del liceo Gioia mi hanno sempre supportata e valorizzata molto. Usufruendo della convenzione con il Conservatorio Nicolini, posso contare su 60 ore di assenze giustificate all’anno, anche se io ho sempre cercato di non abusarne. A scuola mi sono esibita al pianoforte in occasione della Giornata della Memoria e in alcuni appuntamenti del caffè letterario, ed è stato bello unire questi due aspetti così centrali nella mia vita. Ho anche ricevuto due borse di studio dal Gioia, segno che i miei sforzi sono stati riconosciuti”.

Tante le esperienze significative raccolte a soli 18 anni

Tante le esperienze significative raccolte a soli 18 anni, come una Master class dedicata al pianoforte storico presente al Nicolini e le esibizioni allo Spazio Dante e al Museo Glauco Lombardi di Parma, che ospita un “fortepiano” appartenuto a Maria Luigia d’Austria e che Elena ha avuto la possibilità di suonare con brani di Clementi.

E il futuro?

Come tante coetanee alle prese con l’Esame di Stato e la scelta universitaria, Elena si dichiara ancora indecisa. “Sicuramente proseguirò il mio percorso musicale, ma sto valutando di intraprendere anche uno studio in ambito scientifico, se non proprio medicina, qualcosa che riguardi ad esempio le  biotecnologie: sto già seguendo un corso di approfondimento, a scuola, per gli studenti che intendono approcciarsi ai test d’ingresso nelle facoltà scientifiche e sono molto motivata”. Non ci sono ostacoli per chi al talento unisce entusiasmo e volontà.

Insegnante, copywriter e giornalista, si descrive come una romanziera in pectore, con il classico blog nel cassetto. Docente di lettere e pubblicista, con un passato come giornalista e speaker a Radio Inn, oggi coordina Gioia Web Radio, l'emittente liceale del Gioia di Piacenza e collabora con varie agenzie di pubblicità come autrice di testi.